Truffa, stalking e botte all’ex convivente. Arrestato 43enne di Capaccio Paestum

Truffa, stalking e botte all’ex convivente: sono le accuse che hanno fatto scattare le manette e trasferimento in carcere per un 43enne di Capaccio-Paestum.

L’arresto è stato eseguito a Salerno dai carabinieri della Stazione di Mercatello, in esecuzione di un’ordinanza cautelare emessa dal gip del Tribunale di Salerno, su richiesta della Procura, a seguito di una denuncia presentata dalla ex convivente, una 50enne di Altavilla Silentina.

Lo scorso 21 marzo, il 43enne capaccese fu arrestato dai carabinieri della Compagnia di Agropoli, quando all’interno della sua abitazione a Foce Sele i militari trovarono un fucile a canne mozze rubato e numerose cartucce, detenute illegalmente. Finì ai domiciliari, postando poi sul proprio profilo Facebook l’ordinanza interdittiva.

Il 1° gennaio scorso, invece, il 43enne, fu vittima di un accoltellamento da parte di ignoti: mentre si trovava all’interno di una roulotte dove alloggia presso l’approdo alla foce del fiume.

Lascia un Commento