Truffa all’esame della patente, arrestati i due responsabili

Scoperto un sistema truffaldino per conseguire la patente di guida. Smascherati e arrestati anche gli autori della truffa grazie alle indagini condotte dalla Squadra Giudiziaria della Polizia Stradale di Salerno.

Le indagini erano partite dopo che nei mesi scorsi erano stati più volte scoperti candidati che con l’utilizzo di sofisticate apparecchiature elettroniche, degne di veri agenti segreti, ricevevano suggerimenti dall’esterno della Motorizzazione di Salerno per superare l’esame di teoria. Il sistema era stato messo a punto da due giovani fratelli gemelli di Portici, di 25 anni, che si sostituivano ai reali candidati, facendogli conseguire indebitamente la patente.

Gli agenti hanno notato che un candidato 20enne di Sassano, bocciato pochi mesi fa all’esame di teoria, aveva ripresentato la domanda, ma le foto allegate alla domanda, risultavano diverse da quelle presenti sulla prima domanda del giovane del Vallo di Diano.

Sono subito scattati gli accertamenti e dopo un’attività di appostamento nei pressi dell’Autoscuola salernitana dove risultava essersi iscritto il giovane, sono riusciti a bloccare il truffatore che davanti all’evidenza dei fatti ha dovuto confessare. Denunciato anche il padre del candidato sassanese che si era presentato all’esame in compagnia del falso candidato. Tra l’altro ha concorso nel reato di falsificazione di una carta d’identità sostituendo la foto.

Lascia un Commento