Trovato il corpo senza vita dell’escursionista francese Simon Gautier a San Giovanni a Piro

Dopo giorni di ricerche ininterrotte, è stato trovato il corpo senza vita del 29enne escursionista francese Simon Gautier, nei pressi del Pianoro di Ciolandrea nel comune di San Giovanni a Piro.

Alle 19:30 circa, uno degli uomini del Soccorso Alpino, con il binocolo ha individuato qualcosa in lontananza, si trattava di uno zaino. Una delle squadre si è calata in fondo al burrone e ha ritrovato il corpo.

Il giovane risultava disperso sui monti del Golfo di Policastro dal 9 agosto scorso.

L’allarme era scattato a seguito di una telefonata effettuata dallo stesso 29enne con il proprio cellulare in cui affermava di essersi ferito alle gambe e di non riuscire più a muoversi. Qualche giorno fa è stato reso pubblico l’audio della disperata telefonata di aiuto al 118 che potete riascoltare QUI

Negli ultimi due giorni le ricerche si erano concentrate su una vasta area compresa tra Policastro, Scario, e Marina di Camerota. Inizialmente però si è cercato addirittura verso Sapri e Maratea. Sul luogo delle ricerche non soltanto Vigili del Fuoco, Carabinieri, Protezione Civile, uomini della Croce Rossa e del Soccorso Alpino e speleologico, ma anche decine di volontari e diversi amici di Gautier giunti dalla Francia.

Le ricerche sono state effettuate via terra, ma anche con elicotteri e con dei droni. Il passare dei giorni però aveva fatto affievolire le speranze. Oggi pomeriggio purtroppo il macabro ritrovamento. Intorno alle 19:30 un uomo del Soccorso Alpino con il suo binocolo ha avvistato uno zaino in un burrone dove si è calata una squadra trovando il corpo dello sfortunato escursionista che aveva intenzione di compiere una camminata in solitaria fino a Napoli.

Il suo ultimo avvistamento registrato da una videocamera di sorveglianza risale a giovedì 8 agosto alle 17:30 a Santa Marina di Policastro. Sembrerebbe che il giovane abbia trascorso la notte sulla spiaggia della Molara da dove il giorno successivo avrebbe iniziato il suo cammino in montagna verso Napoli.

Sull’andamento delle ricerche si è espressa Rosa D’Eliseo, il Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco, dicendo che nelle ricerche erano impegnate 120 persone. Ricerche fatte con tecniche specialistiche attraverso il personale Saf, che riesce a calarsi con le corde nelle zone più impervie. Oggi pomeriggio a Policastro Bussentino, nella sede dei Vigili del Fuoco, è giunto anche il Comandante Provinciale dei Carabinieri Antonino Neosi con l’ambasciatore francese in Italia Christian Masset che in mattinata è stato ricevuto anche dal Prefetto di Salerno per essere informato sulle ricerche del suo connazionale. In serata, purtroppo il triste epilogo.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Commenti (2)

  1. Stefania Piccinotti 18/08/2019
    • Alberto Visani 19/08/2019

Lascia un Commento