“Treofan Battipaglia, prospettive per il futuro dopo la crisi industriale”, incontro a Salerno

“Treofan Battipaglia, prospettive per il futuro dopo la crisi industriale”: questo il tema dell’incontro che si è tenuto a Salerno e al quale hanno partecipato il presidente del Consorzio Asi Antonio Visconti, il presidente della Camera di Commercio Andrea Prete e l’Onorevole Piero De Luca.

Si è discusso della vertenza relativa all’azienda che produce pellicole di polipropilene. “Si tratta – ha spiegato il parlamentare Pd Piero De Luca – di una vicenda che ha del paradossale. La Jindal, una multinazionale indiana, ha acquistato il gruppo Treofan nell’ottobre dello scorso anno, dopo meno di due mesi ha fermato la produzione dello stabilimento battipagliese, annunciando successivamente la cassa integrazione straordinaria, inizialmente per 70 dipendenti, ora rimasti in 54.

E’ stato anche conferito un incarico ad un advisor esterno per individuare potenziali soggetti interessati all’acquisto dell’area.

Ad oggi purtroppo nulla è stato fatto per investire e vendere questo stabilimento ad altri acquirenti. In queste settimane, dunque – ha detto ancora De Luca junior – abbiamo ragionato su come poter mettere in campo un’azione di pratica concreta: la revoca, la retrocessione e la riaggiudicazione delle aree non utilizzate direttamente, non interessate allo stabilimento economico al Consorzio Asi di Salerno, così da metterlo a disposizione di nuovi investitori che possano fare impresa sana nel nostro territorio, anche sfruttando gli sgravi fiscali e le agevolazioni burocratiche e amministrative che saranno messe in campo nelle prossime settimane”.

De Luca junior ha anche ricordato che sono 54 dipendenti formati e qualificati che la Jindal ha completamente abbandonato. 

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento