Tre campani su 10 soffrono di alterazioni nell’appoggio plantare. Esperti a confronto

Una persona su 5 in Campania soffre di alluce valgo con relativo osso ‘a cipolla’ ma molte altre sono anche quelle che lamentano alluce rigido, dita a martello oppure a griffe. I problemi di appoggio plantare colpiscono il 30% della popolazione e in maggioranza sono donne che vengono colpite da disturbi alle dita dei piedi dalle 7 alle 8 volte in più rispetto agli uomini.

Questi sono i dati emersi durante il congresso su biomeccanica e patomeccanica dell’arto inferiore, in corso a Napoli, nella Stazione Marittima, al quale partecipano esperti nazionali e internazionali tra cui Augusto Orsini, Bruno Amato, Gennaro Quarto, Stefania Montagnani, Marcello Izzo e Francesco Ferrara.

Quando il piede sta male e la nostra camminata non è stabile, evidenziano gli esperti, ne risente tanto il benessere muscolare, quanto quello articolare e venoso.

 

Lascia un Commento