Trasformare gli Jazzi in luoghi di soggiorno nel Cilento. 160 le idee presentate

Sono 160 i progetti presentati per il concorso internazionale di Idee Jazzi per trasformare gli Jazzi, antichi ricoveri del Cilento usati dai pastori durante la transumanza, in luoghi di soggiorno per i turisti e non solo, così come avviene in Puglia con i Trulli. Il concorso è stato lanciato qualche mese fa dall’Associazione Jazzi, ed è rivolto ad artisti, designer, architetti, paesaggisti, innovatori sociali.

Delle 160 idee presentate, 15 sono le proposte che maggiormente hanno rispecchiato i requisiti richiesti. Di queste solo 3 verranno premiate dalla giuria internazionale con un rimborso spese di 15mila euro per la prima classificata, 10mila euro per la seconda e 5mila euro per la terza.

La giuria sta lavorando per scegliere le tre migliori idee che verranno ufficializzate il 10 novembre.

L’Associazione Culturale Jazzi punta a realizzare l’iniziativa in tre anni attraverso il recupero delle antiche strutture ma anche dei percorsi lenti e dei sentieri, promuovendo l’area di attinenza anche sul versante della musica, dell’arte, dell’enogastronomia e dello sport.

Gli Jazzi sono presenti in particolare nell’area del Monte Bulgheria, nel Parco del Cilento, Vallo di Diano e Alburni.

Lascia un Commento