Tragica battuta di caccia a Sicignano degli Alburni. Figlio colpisce e uccide il padre per errore. Denunciato

Ha esploso accidentalmente un colpo di fucile durante una battuta di caccia al cinghiale ed ha ucciso il padre 55enne.

E’ accaduto ieri pomeriggio a Sicignano degli Alburni, in località Gammariello.

Il figlio 34enne, residente a Postiglione, è stato denunciato a piede libero dai carabinieri per il reato di omicidio colposo.

Fatale un colpo al basso addome del padre che è morto sul posto a seguito della ferita riportata.

La salma del 55enne è stata messa a disposizione dell’Autorità Giudiziaria dopo essere stata trasferita nell’obitorio dell’ospedale di Eboli.

Sull’episodio oggi è intervenuta l’onorevole Michela Vittoria Brambilla, presidente della Lega italiana per la Difesa degli Animali e dell’Ambiente. “Basta col Far West nei boschi e nelle campagne” così Brambilla che ha espresso cordoglio alla famiglia colpita dal dramma ma allo stesso tempo profondo disappunto per la sostanziale indifferenza che le autorità competenti dedicano sia allo stillicidio di morti e feriti per la caccia “legale” sia per l’insufficiente attenzione al problema del bracconaggio e della caccia illegale, inserito invano nel programma del governo precedente e in quello dell’esecutivo appena nato. 

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento