Traghetto salpato da Salerno fermo in mare dalla notte. Paura tra 250 passeggeri

Il traghetto ‘Egnazia’, della compagnia Grimaldi, con 250 persone a bordo, partito la notte scorsa da Salerno e diretto a Catania, è fermo da molte ore in mare.

La segnalazione arriva da diversi passeggeri a bordo che ricostruiscono quella che definiscono “un’odissea”, denunciando di “avere paura” e di “non avere assistenza, né informazioni dall’equipaggio, né dal comandante”.

“La nave è spenta – affermano – funzionano soltanto le luci di emergenza, non c’è acqua e non è possibile usare i bagni”.

La ‘Egnazia’ sarebbe dovuta partire ieri alle 22, ma è salpata all’1 di notte. Poi durante la navigazione ci sono stati dei problemi.

“Abbiamo contattato la capitaneria di porto – dicono alcuni – ma non abbiamo avuto nessun riscontro: se fossimo stati immigrati su un barcone ci avrebbero assistiti subito” così dicono. A bordo, oltre a donne e bambini piccoli, anche un cardiopatico che si deve ricoverare oggi in Sicilia. 

+++ AGGIORNAMENTO +++

I motori sono ripartiti e la nave è in movimento. L’arrivo a Catania è previsto alle 18. La rabbia però è ancora tanta. “Nessuno ci ha avvisati nella notte – così hanno affermato altri passeggeri – verso le 4 all’improvviso si sono spente la luce e l’aria condizionata e l’acqua non è più arrivata. Soltanto dopo le nostre rimostranze ci hanno dato acqua e caffè ed è sceso a parlare con noi un vice comandante. Ci ha detto che il ritardo di tre ore nella partenza non era da collegare a quello che è accaduto nella notte in mare, ma ovviamente nessuno di noi ci crede….” così denunciano i passeggeri. La ‘Egnazia’ sarebbe dovuta partire ieri alle 22, ma è salpata all’1 di notte. 

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento