Tragedia Rigopiano, uno anno fa la valanga che uccise 29 persone. Parla il papà di Stefano Feniello

Un anno fa la tragedia dell’Hotel Rigopiano in provincia di Pescara in Abruzzo, dove una valanga distrusse il resort provocando la morte di 29 persone, fra cui il salernitano Stefano Feniello, originario di Valva. Oggi una giornata di commemorazione è stata promossa dal Comitato Vittime che riunisce superstiti e familiari degli scomparsi.

Nella mattinata un momento di raccoglimento e preghiera, in forma privata, e corteo con fiaccolata fino alla chiesa parrocchiale dove l’arcivescovo di Pescara Tommaso Valentinetti celebra la messa.
Alle 14.30 la commemorazione nel Palazzetto dello Sport di Penne (Pescara) che fu base dei soccorritori.
Intanto le indagini proseguono e vedono il coinvolgimento di 23 persone, accusate di omicidio colposo plurimo e lesioni plurime colpose.

Alessio Feniello, papà di Stefano, chiede giustizia, ma nei giorni scorsi ha chiesto che i politici stiano fuori dalle commemorazioni altrimenti sarà lui a non partecipare.

Mariateresa Conte lo ha intervistato per Radio Alfa.

Ascolta l’intervista
Tragedia Rigopiano un anno dopo – Alessio Feniello

Lascia un Commento