Tragedia Rigopiano, una riflessione di Alessio Feniello sulle indagini. Ascolta

A distanza di circa un anno continuano con massimo riserbo le indagini della Procura di Pescara sulla tragedia dell’Hotel Rigopiano, il resort  abbruzzese inghiottito da una slavina il 18 gennaio scorso. 29 persone persero la vita, 11 si salvarono.

Tra le vittime c’era Stefano Feniello, un ragazzo di 28 anni originario di Valva  morto tra le macerie.

Sulla tragedia la Procura ha aperto un’inchiesta per omicidio plurimo colposo e disastro colposo indagando a vario titolo 23 persone tra cui l’ex Prefetto di Pescara Francesco Provolo, sindaci e funzionari  pubblici.

Sulle indagini e sulle intercettazioni telefoniche tra i funzionari di Regione e Provincia che ridevano a telefono durante quei drammatici momenti seguenti alla catastrofe, Mariateresa Conte ha incontrato a Valva il papà  di Stefano, Alessio Feniello, che è anche il presidente dell’associazione “Movimento Iustitia Nova” nata per combattere le ingiustizie.

Ascolta l’intervista
Alessio Feniello

Lascia un Commento