Tragedia a Corleto Monforte. Si spezza la fune, muore speleologo

Tragedia a Corleto Monforte. Un giovane speleologo pugliese ha perso la vita dopo un volo di quasi cento metri.

Il ragazzo, 35 anni padre di due bambini, originario della provincia di Bari, era impegnato in un’arrampicata in località Fontana della Spina, a un’altezza di circa 1100 metri, nel cunicolo della Grava del Falco che collega le grotte di Castelcivita.

Improvvisamente, almeno secondo una prima ricostruzione, la fune di sicurezza si sarebbe lacerata e spezzata facendo precipitare il ragazzo nel vuoto. Per lui non c’è stato scampo

Sul posto, per recuperare il suo corpo, gli uomini del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico.

Lascia un Commento