Traffico internazionale di reperti archeologici, arresti anche nel Salernitano

Era presente anche in provincia di Salerno l’associazione per delinquere dedita allo scavo e al traffico internazionale di reperti archeologici che all’alba di oggi è stata sgominata dai carabinieri con l’arresto di 19 persone.

Oltre che a Salerno i provvedimenti cautelari sono stati eseguiti nelle province di Caserta, Napoli, Frosinone e Latina. I militari della Tutela del patrimonio culturale hanno recuperato oltre 1.500 reperti archeologici di diversa natura e datazione, per un valore di 1,6 milioni di euro. I reperti provenivano da importanti giacimenti archeologici campani. 

Lascia un Commento