Tolti i sigilli al Crescent. La mezzaluna di Bofill potrebbe essere pronta tra 12 mesi

Il Tribunale di Salerno ha preso atto della disponibilità degli imprenditori Rainone di pagare gli oneri e dunque ha stabilito l'immediato dissequestro del Crescent.
La decisione è giunta nella tarda mattinata di oggi, il dispositivo non è stato ancora consegnato all'amministrazione comunale ma i tempi della riapertura del cantiere dovrebbero essere abbastanza rapidi.  
Al microfono di Ersilia Gillio, l'assessore all'urbanistica del Comune di Salerno, Mimmo De Maio, ipotizza che l'intera opera, dosegnata dall'archistar Bofill, potrebbe essere completata entro 12 mesi.

 

Mimmo De Maio su dissequestro Crescent

Lascia un Commento