Timbravano e andavano via. Blitz antiassenteismo al Ruggi. 10 lavoratori sospesi per un anno (AUDIO)

10 dipendenti dell'Azienda Ospedaliera Universitaria questa mattina hanno ricevuto un'ordinanza di misura cautelare di tipo interdittivo ovvero la sospensione dal lavoro per un anno emesso dal Gip del Tribunale di Salerno, Sergio De Luca. Il provvedimento giunge al termine di indagini condotte dai militari del Gruppo della Guardia di Finanza di Salerno su ordine della Procura.

Le ipotesi di reato contestate sono quelle di truffa ai danni dello Stato e false attestazioni o certificazioni nell’utilizzo del badge. I soggetti coinvolti sono residenti nei comuni di Salerno, Mercato San Severino e Nocera Inferiore. L'indagine è partita nel 2014 e ha consentito di rilevare condotte fraudolente da parte di numerosi dipendenti ospedalieri che, con la complicità di altri colleghi conniventi, potevano assentarsi ingiustificatamente dal lavoro risultando però regolarmente presenti. 
Le condotte criminose sono state accertate attraverso l’installazione di telecamere che hanno consentito il monitoraggio visivo di due orologi marcatempo per la rilevazione delle presenze giornaliere, collocati all’interno del nosocomio.

I dipendenti pubblici, invece di prestare la loro delicata mansione all’interno dell’ospedale, passavano il tempo in cui risultavano al lavoro, dedicandosi ai loro interessi privati: come la spesa al supermercato, il parrucchiere, la partita a carte con gli amici, la passeggiata in riva al mare.

Le qualifiche dei dipendenti coinvolti nell’operazione “Just in time” fanno chiaramente intuire la delicatezza del compito loro assegnato: una caposala, quattro infermieri, due tecnici specializzati disinfettori e tre operatori sanitari.

Nel corso delle indagini sono state registrate gravi irregolarità nell’utilizzo del badge marcatempo da parte centinaia di dipendenti della struttura sanitaria, la cui posizione ora è al vaglio della Procura. 

Altri dettagli nella diretta dalla Procura con Monica di Mauro 

Riascoltala QUI

Operazione Finanza Antiassenteismo

Lascia un Commento