Terrorismo, anche il procuratore di Salerno, Lembo, alla riunione ieri con Orlando e Alfano

Ha partecipato anche il procuratore capo di Salerno, Corrado Lembo, alla riunione di ieri sera al Ministero della Giustizia per esaminare l'ipotesi di istituire una Procura nazionale Antiterrorismo.

All'incontro hanno preso parte il guardasigilli Andrea Orlando, il ministro dell'Interno Angelino Alfano, il procuratore nazionale Antimafia Franco Roberti, il procuratore generale della Cassazione Gianfranco Ciani, e i capi di alcune procure italiane, fra cui quella di Salerno.

Tra i temi in discussione l’opportunità o meno di istituire una struttura ad hoc o di ampliare, nell'ambito del contrasto al terrorismo e del relativo coordinamento delle indagini, la Procura nazionale Antimafia.

E’ stato anche evidenziato che sarebbero diverse decine i soggetti presenti in Italia e vicini alle posizioni più radicali dell'estremismo islamico, considerati da antiterrorismo e 007 'a rischio' e dunque costantemente monitorati dai nostri apparati di sicurezza.

Né da parte di questi soggetti, né dalle informative che provengono dall'estero – ribadiscono fonti qualificate – arrivano però segnali concreti di progettualità in corso o elementi che possano far ritenere in atto la pianificazione di un'azione sul nostro territorio.

Lascia un Commento