Terremoto nel Vallo di Diano. Una riflessione con il geologo Francesco Peduto, presidente nazionale dell’Ordine dei Geologi

Scuole chiuse in alcuni comuni del Vallo di Diano per poter eseguire le necessarie verifiche agli edifici dopo la scossa di terremoto di magnitudo 3.8 avvertita la notte scorsa a mezzanotte e 38, con epicentro fra Padula e Montesano sulla Marcellana, ad un profondità di 11 km.

Verifiche sono state disposte a Sala Consilina, Buonabitacolo, Montesano e Sanza. Solo tanta paura per fortuna e nessun danno a cose o persone. La scossa, accompagnata da un boato, è stata avvertita in tutti i comuni del Vallo di Diano ma anche nel Golfo di Policastro, nella Valle del Sele-Tanagro e in alcuni comuni del Cilento e nel Lagonegrese.

E di rischio sismico e di situazione degli edifici pubblici e privati sul nostro territorio abbiamo parlato con il geologo Francesco Peduto, presidente nazionale dell’Ordine dei Geologi

Riascolta l’intervista realizzata da Pino D’Elia
Geologo Peduto su terremoto

Lascia un Commento