Terremoto dell’Irpinia. La Regione Campania attiva “Sismica”, il portale in materia di difesa dal rischio sismico

Super Fibra 1000 Mega Open Fiber

Anche la Regione Campania ricorda il terribile terremoto dell’Irpinia, del 23 novembre 1980, una terribile scossa che in un minuto e mezzo distrusse 36 comuni tra Campania e Basilicata.

 

In una nota diramata da Palazzo Santa Lucia, si ricorda che “prevedere un terremoto non è possibile, ma sapere se un determinato territorio è a rischio, si può, perché oggi conosciamo esattamente la pericolosità delle varie zone della Campania, e prepararsi ad affrontare il terremoto è fondamentale. La sicurezza parte dalla propria abitazione. Se è costruita in modo da resistere al terremoto, quindi adeguata alle norme antisismiche, garantirà una maggiore protezione. Le costruzioni più antiche e non progettate secondo criteri antisismici, potrebbero non sopportare le sollecitazioni derivanti da un sisma e mettere a rischio la vita umana.

La Regione Campania proprio per agevolare le procedure necessarie all’ottenimento delle autorizzazioni per i lavori finalizzati all’adeguamento antisismico, anche in vista degli investimenti strategici del PNRR e degli interventi soggetti a incentivi Sisma Bonus ed Ecobonus, ha varato “Sismica”, il nuovo portale regionale in materia di difesa del territorio dal rischio sismico.

 

Per ricevere le nostre notizie in tempo reale, unisciti gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Super Fibra 1000 Mega Open Fiber
 

Lascia un Commento