Terremoto ad Ischia, solidarietà e cordoglio dai sindaci salernitani

Solidarietà e disponibilità in termini di aiuti alla popolazione dal sindaco di Salerno in favore dei cittadini di Ischia colpiti dal terremoto di ieri sera che, nonostante non sia stato particolarmente potente, ha provocato due morti, oltre 30 feriti, e grossi danni. I maggiori danni a Casamicciola e Lacco Ameno.

“Siamo vicini alla comunità ischitana colpita duramente da questa calamità – ha dichiarato il sindaco Enzo Napoli – Ischia è un’isola splendida, orgoglio e vanto della nostra regione. Siamo certi – aggiunge il sindaco di Salerno – che con l’aiuto di tutti si rialzerà dalle sue macerie. Il Comune di Salerno mette fin d’ora a disposizione propri uomini e mezzi per le operazioni di soccorso e il ripristino della normalità”.

“Cordoglio e solidarietà alla gente di Ischia. Vi siamo vicini con il cuore e con la mente” così ha invece commentato il sindaco di Sanza, Vittorio Esposito, con un messaggio rivolto al sindaco di Casamicciola. “L’amministrazione comunale e la comunità di Sanza sono vicini agli amici ischitani per questa tragedia. Un abbraccio fraterno al sindaco Giovan Battista Castagna, cordoglio e vicinanza alle famiglie delle vittime e dei feriti. Sono certo che gli amici ischitani sapranno reagire e ricostruire la bellezza del borgo ritrovando quel senso di comunità e solarità che appartiene ai cittadini ischitani” ha commentato il sindaco Esposito.

L’ultimo sisma sull’isola di Ischia avvenne il 28 luglio del 1883 e provocò più di 2.000 morti, distruggendo in particolar modo il comune di Casamicciola.

Lascia un Commento