“Terra Puglia” domenica 28 ottobre a Monte San Giacomo evento dedicato alla montagna

“Terra Puglia” è l’evento in programma domenica prossima 28 ottobre a Monte San Giacomo, e con la Casa del Peraino sul Monte Cervati.

Lo spettacolo è un omaggio al terreno sottilissimo e particolarmente fertile di montagna che si trova anche sulla vetta più alta della Campania che nasce dalla decomposizione di residui vegetali ed animali del sottobosco.

L’evento che porta la firma dell’Associazione Grotta Briganti e Cacio, dalle 9:30, farà vivere una giornata dedicata alla montagna e alle sue risorse naturali nel solco delle iniziative finanziate dalla Regione Campania, oltre che dal comune di Monte San Giacomo in qualità di soggetto capofila del partenariato con i comuni di San Pietro al Tanagro, Casalbuono e Atena Lucana.

Protagoniste, in particolare, le produzioni che la feconda “Terra Puglia” rende possibile, tra cui patate, fagioli, mais e grano. In una passeggiata tra sentieri e radure, sarà possibile prima ascoltare la voce di chi queste terre un tempo coltivava con sudore e saggezza, entrando in contatto con un mondo di esperienze quasi scomparso. Si potrà così comprendere il significato vero di questi luoghi, leggere le tracce della coesistenza ultra millenaria tra uomo e natura, fatto di scambi e rispetto.

Scienza, storia e abilità manuale si fonderanno, a seguire, all’interno di Casa del Peraino. Il gastroenterologo di fama internazionale Riccardo Marmo del Presidio Ospedaliero di Polla e la biologa nutrizionista Roberta Vigna in rappresentanza dell’associazione SANI (Sanità Ambiente Nutrizione Imprenditoria) condivideranno gli aspetti clinici e nutrizionali legati al consumo dei prodotti di montagna.

In una conversazione tra il benessere donato dal cibo e la storia nutritasi di alimenti nel corso di tanti millenni, testimoniata dai responsabili regionali dei Presìdi Slow Food, toccherà alla giornalista gastronomica Antonella Petitti gestire il confronto tra il presidente della Comunità Montana, Raffaele Accetta, ed il Presidente del GAL Vallo di Diano, Attilio Romano, impegnati a preparare i piatti tradizionali dei propri paesi. Giovanna Voria, cuoca del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni ed Ambasciatrice della Dieta Mediterranea si occuperà dello show cooking e del pranzo in cui ricette tradizionali e accostamenti sorprendenti conferiranno nuovi sapori alle coltivazioni di montagna.

Nel pomeriggio sarà la volta di un’escursione verso l’Arco Naturale del Monte Cervati, per consumare un digestivo tra la frescura di boschi e di grotte.

Lascia un Commento