Tentano di mettere a segno una rapina in un bus del CSTP ma la vittima reagisce

Hanno finto delle effusioni, spingendo e distraendo la loro vittima mentre un complice le sfilava il portafogli. E’ accaduto ieri pomeriggio intorno alle 18,30 in un autobus del CSTP.

La passeggera pero’ si è resa conto di quanto stava accadendo chiedendo l’aiuto degli altri presenti. Approfittando di una fermata, la donna è riuscita ad afferrare il responsabile del reato e a recuperava la refurtiva, mentre i due complici frettolosamente scendevano dal bus.

L’uomo, un extracomunitario di 35 anni, ha pero’ reagito violentemente colpendo la vittima con ginocchiate e stringendole le mani intorno al collo.

A questo punto è intervenuta un’agente di Polizia Penitenziaria, libera dal servizio, che si trovava a bordo dell’autobus che ha tentato di identificarlo, ma quest’ultimo l’ha strattonata e spintonata fino a quando pero’ è sopraggiunto un equipaggio della Sezione Volanti, che ha bloccato definitivamente l’extracomunitario. L’uomo è stato accusato di tentata rapina aggravata.

Lascia un Commento