Temporali, vento forte e mare agitato. Disagi per il maltempo in tutta la Provincia. I dettagli

Radio ALFA, LIVE • LOCAL • SOCIAL
Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo

La Protezione Civile della Regione Campania ha prorogato l’avviso di allerta meteo per vento forte, temporali e mare agitato fino alle 18 di oggi su tutto il territorio campano. Ieri, le forti mareggiate, con raffiche di vento fino a 80 chilometri orari, hanno causato danni e disagi in Costiera Amalfitana.

A Maiori, Minori, Atrani, Amalfi e Positano, le onde lunghe hanno invaso gli arenili, finendo anche oltre il lungomare. Ad Atrani l’acqua marina è giunta fino in piazza. A Maiori la forza delle onde ha rotto gli ormeggi di diverse barche, anche quelle attraccate nel porto turistico. Tutta l’area portuale è stata sgomberata per ragioni di sicurezza e in tarda serata gli scafi sono stati rimossi e portati al riparo. I garage del porto si sono allagati e l’acqua ha invaso anche gli uffici della Miramare Service.

 

A Ravello – come riporta Il Vescovado – un albero si è inclinato a Villa Rufolo, mentre i pali di alcuni segnali stradali sono stati piegati dal forte vento. A Positano molte barche sono state trascinate e danneggiate dalle onde.

A causa del perdurare dell’allerta meteo, il sindaco di Amalfi Daniele Milano ha ordinato, per la giornata di oggi, 13 novembre, la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado sul territorio cittadino. Oltre alle scuole dell’obbligo, lezioni sospese anche all’Istituto d’istruzione superiore Marini-Gioia. Inoltre il sindaco Milano ha ordinato il divieto di transito e sosta per veicoli e pedoni sul Lungomare dei Cavalieri di San Giovanni di Gerusalemme fino alle 12 di oggi. 

Problemi anche anche nel Golfo di Policastro: a Sapri il Lungomare ieri pomeriggio è stato chiuso a causa dei detriti trasportati dal mare agitato.

A Scario il mare ha raggiunto il lungomare Marconi, arrivando quasi a lambire le attività commerciali. Chiusi ieri pomeriggio anche i porti del Cilento.

Enormi problemi anche nell’Agro Nocerino Sarnese. A San Marzano sul Sarno ancora una volta, come una settimana fa, è esondato il fiume Sarno a causa della rottura degli argini allagando case e terreni costringendo molti cittadini a lasciare le loro abitazioni. Problemi soprattutto in via Marconi. I cittadini chiedono un intervento risolutivo da parte degli organi competenti e della Regione in particolare.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Vipnet, la soluzione per internet e voip senza linea fissa

Lascia un Commento

Contattaci whatsapp