Teggiano (SA) – Simone Cristicchi in concerto diverte e fa riflettere

Ha divertito molto e a tratti ha fatto riflettere con le sue canzoni e i suoi interventi anche teatrali, Simone Cristicchi, eclettico artista romano, che ieri sera ha tenuto un concerto a Teggiano nella centralissima piazza San Cono. Un evento organizzato per l’estate dal Comune e dall’Istituzione Diano Medievale. Un successo che fa seguito a quello ancora più importante del 3 agosto con il concerto di Nek.
Cristicchi davanti ad un pubblico numeroso, caloroso e partecipe, ha aperto la serata con l’inno d’Italia e una versione rifatta dell’italiano di Toto Cutugno. Ha scherzato su alcuni artisti della canzone italiana tirando in ballo più volte Gigi D’Alessio e la sua compagna Anna Tatangelo; omaggio anche ad alcuni grandi cantautori italiani e poi ha proposto, successi come “Vorrei cantare come Biagio Antonacci”, “Studentessa universitaria”, L’Italia di Piero”, “Genova brucia” e tanti altri. Prima della chiusura la canzone “Ti regalerò una rosa” che lo ha consacrato al grande pubblico, con la vittoria al Festival di Sanremo del 2007. Su questa canzone Cristicchi ha voluto ricordare il caso di Francesco Mastrogiovanni, il maestro di Castelnuovo Cilento, morto a 58 anni, nell’agosto del 2009, nel reparto di psichiatria dell’ospedale di Vallo della Lucania. A questo caso Cristicchi ha fatto riferimento anche in una intervista rilasciata prima del concerto a Radio Alfa.

 

Lascia un Commento