Teggiano (SA) – Sequestrato un impianto stradale di carburanti. Due denunce

Un impianto stradale di distribuzione carburanti è stato sottoposto a sequestro preventivo a Teggiano dai finanzieri della Tenenza di Sala Consilina, nell’ambito delle attività di monitoraggio economico del territorio finalizzate al contrasto delle frodi in materia di accise sugli oli minerali. Il sequestro ha riguardato circa 3.500 litri di gasolio e 2.500 litri di benzina, ritenuti di illecita provenienza. Due le persone denunciate a piede libero alla Procura della Repubblica di Sala Consilina.
L’intervento è scaturito dalle difficoltà registrate nello scorso mese di gennaio quando, in concomitanza dei blocchi stradali dei Tir, si è verificato il rapido esaurimento delle scorte di carburanti di gran parte degli impianti di distribuzione su scala nazionale. Nel periodo in questione l’impianto sequestrato a Teggiano aveva comunque la disponibilità di una notevole giacenza di carburanti, mentre altri impianti erano costretti a chiudere. Le indagini hanno consentito di accertare la provenienza illecita dei prodotti, poiché il gestore, per giustificare le giacenze, ha utilizzato false fatture di acquisto prive anche del documento di trasporto previsto dalla normativa sulle accise. Le attività investigative delle Fiamme Gialle proseguono con ulteriori accertamenti per individuare la provenienza dei prodotti petroliferi sequestrati, nonché a verificare la conformità degli stessi agli standard qualitativi imposti dalla legge.

Lascia un Commento