Teggiano (SA) – Inchiesta della Procura dopo il grave incidente capitato alla bidella

La Procura della Repubblica di Sala Consilina ha aperto un’inchiesta sull’incidente stradale avvenuto a Teggiano lo scorso 1 giugno in cui è rimasta gravemente ferita una signora di 52 anni, del luogo, bidella di professione.
Le indagini, al momento contro ignoti, sono condotte dalla Polizia giudiziaria e sono finalizzate a individuare l’automezzo che avrebbe sversato, probabilmente in maniera accidentale e su diversi chilometri di strada del liquido, non ben precisato, che misto alla pioggia ha reso viscido l’asfalto e provocato la fuori uscita di strada dell’auto condotta dalla sfortunata signora. Mentre percorreva la strada provinciale che da Teggiano conduce a San Pietro al Tanagro, la bidella ha perso il controllo della sua Fiat Seicento proprio all’altezza di un ponte che sovrasta un torrente. L’auto è finita nel corso d’acqua e la donna ha subito delle gravi lesioni. Molto difficili anche le operazioni di soccorso e recupero compiute dai Vigili del Fuoco. La donna che ha subito un delicato e difficile intervento chirurgico è sempre grave, ma stazionaria. 

Il suo è stato l’incidente più grave e drammatico di quel sabato primo giugno, ma altri automobilisti sullo stesso tratto di strada e ancora prima nella frazione di Prato Perillo di Teggiano hanno perso il controllo delle proprie auto in maniera molto strana e inspiegabile proprio perché l’asfalto era molto scivoloso non per la pioggia ma per la presenza di altro liquido, forse gasolio oppure olio. Carabinieri e Polizia coordinati dalla Procura indagano in ogni direzione alla ricerca del responsabile.

Lascia un Commento