Teggiano (SA) – Bomba nel tetto, operaio perde una mano

Ha perso la mano sinistra, l’operaio che questa mattina, intorno alle 11, è rimasto coinvolto in un grave incidente sul lavoro a Teggiano, in località Piedimonte. L’uomo, 48 anni, originario di Sanza, ma residente a Caselle in Pittari, con un altro collega 45enne, di Teggiano, stava sistemando il tetto di una casa disabitata, in via San Giovanni, scoperchiata dal forte vento degli ultimi giorni. Inavvertitamente, l’operaio ha toccato una vecchia bomba a mano (come nelle foto) che è esplosa.

Il 48enne soccorso da un’ambulanza del 118 è stato subito trasferito all’ospedale di Polla dove ha subito l’amputazione della mano, mentre il secondo operaio ha riportato, per fortuna, solo lievi ferite. Sul luogo dell’incidente sono giunti anche i vigili del fuoco, i carabinieri e il magistrato di turno della Procura della Repubblica di Sala Consilina.

E’ stato necessario anche l’intervento degli artificieri dell’Arma che hanno bonificato il tetto e l’intero edificio senza trovare nient’altro di pericoloso. La casa è stata posta sotto sequestro in attesa che si compiano tutte le indagini volte ad accertare eventuali responsabilità. Il vecchio proprietario dell’abitazione è deceduto da alcuni anni e il suo unico figlio che l’ha ereditata da allora la tiene chiusa. Della presenza dell’ordigno evidentemente era a conoscenza solo il vecchio proprietario.

Lascia un Commento