Teggiano (SA) – Aviosuperficie, assolti i tecnici comunali a processo per l’opera

Assolti con formula piena i tecnici del Comune di Teggiano imputati nel processo su presunte irregolarità nella realizzazione dell’aviosuperfice di Teggiano. La decisione oggi pomeriggio è stata assunta dal giudice del Tribunale di Sala Consilina che ha pronunciato la formula “il fatto non sussiste”.

Secondo l’accusa i lavori dell’aviosuperficie non potevano essere eseguiti perché non era stato preventivamente richiesta e ottenuta la valutazione di impatto ambientale trattandosi di un’area attigua al Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano.
“Non avevo mai avuto dubbi sulla dignità morale e sulle capacità professionali dei nostri tecnici comunali” ha dichiarato sul proprio profilo facebook il vice sindaco di Teggiano Daniele Manzolillo, ricordando che con la sentenza del Tribunale di Sala Consilina si conclude anche l’aspetto penale della vicenda dopo che si era concluso quello amministrativo legato alla controversia tra Comune e Regione.
L’indagine giudiziaria era stata avviata dalla Procura di Sala Consilina nel febbraio 2010 quando furono bloccati lavori per 1,6 mln di euro per la realizzazione dell’aviopista, in località Barca, su un’area di 235mila metri quadrati. L’opera comprende la pista, un edificio logistico e un hangar per la sosta degli aerei. Coinvolte nelle indagini cinque persone indagate in concorso.

Lascia un Commento