Teggiano: Morte bimba di 3 anni, GUP chiede nuova consulenza medica

Il Giudice dell’udienza preliminare del Tribunale di Lagonegro non ha ancora deciso sulla richiesta di rinvio a giudizio avanzata dall’accusa nei confronti di 8 medici della pediatria dell’ospedale di Polla, imputati di omicidio colposo in concorso, per la morte della piccola Aurora Babino, 3 anni di Teggiano, avvenuta il 3 marzo di tre anni fa, all’ospedale Santobono di Napoli dove la bambina giunse in condizioni disperate dopo un doppio ricovero all’ospedale di Polla. Il Gup di Lagonegro ha chiesto una nuova consulenza medica, così come richiesto da tutti i difensori dei medici coinvolti nel procedimento penale. 

All’inizio delle indagini, avviate a seguito della denuncia dei genitori della piccola Aurora Babino, gli indagati erano 22 tra medici e infermieri dell’ospedale di Polla e di Napoli. La magistratura dispose anche la riesumazione della salma per poter eseguire l’autopsia e accertare le cause del decesso. Poi la svolta con la richiesta di rinvio a giudizio per solo 8 medici allora in servizio alla pediatria dell’ospedale pollese. Per sapere se saranno processati o meno bisognerà attendere l’esito della nuova consulenza medica.

Lascia un Commento