Teggiano, il centro di accoglienza per migranti sarà spostato a Sala Consilina

Il centro di accoglienza per migranti nell’edificio della chiesa della frazione San Marco a Teggiano presto sarà spostato a Sala Consilina, in una struttura più idonea per le esigenze degli ospiti.

E’ questo l’esito dell’incontro che si è tenuto ieri sera a Teggiano, tra l’Amministrazione comunale e i cittadini. L’incontro è stato convocato a distanza di circa due mesi dall’aggressione subita da un barista da parte di un ospite del centro che stava scontando i domiciliari nella struttura.

Il numero degli ospiti del centro – hanno spiegato – si è ridotto da 7 a 4 e presto saranno solo 2. Conosciamo chi sono e cosa hanno fatto e soprattutto a breve il centro verrà spostato a Sala Consilina in una struttura più idonea per le esigenze degli ospiti”. 

Il peggio fu evitato dall’intervento dell’appuntato scelto Giuseppe D’Aguanno della Compagnia Carabinieri di Sala Consilina che bloccò il giovane, di origine straniere, che armato di una bottiglia rotta voleva colpire il barista.

Una situazione che scatenò la reazione dei residenti di San Marco che chiesero un primo incontro con il sindaco Michele Di Candia, avvenuto due giorni dopo. In quel primo incontro l’amministrazione e don Vincenzo Gallo presero degli impegni sulla “identificazione” degli ospiti del centro e sul trasferimento del centro stesso.

A distanza di due mesi, ieri, il primo cittadino e Don Vincenzo hanno fatto il punto leggendo il verbale dell’incontro che si è tenuto tra l’Amministrazione comunale, la Diocesi di Teggiano-Policastro, la Caritas, la cooperativa che gestisce il centro e alcuni rappresentanti di residenti e genitori del quartiere.

Lascia un Commento