Tartufo di Capaccio, progetto di tutela e valorizzazione

Il Tartufo di Capaccio sarà protagonista di un progetto di tutela, salvaguardia e valorizzazione.

E’ stato siglato un protocollo d’intesa stipulato tra l’Amministrazione Comunale e l’Associazione “Tartufai di Paestum“, impegnata nella complessa operazione di promozione del tartufo della Campania.

Si fa riferimento, in particolare, al Tuber Borchii Vittadini 1831, o Marzuolo, o, ancora, tartufo bianchetto: è il tartufo primaverile per eccellenza, anche se la sua maturazione inizia già a dicembre, con possibilità, quindi, di essere scambiato con il tartufo bianco pregiato da chi è inesperto.

Per favorire la conoscenza del prodotto e della sua genuinità su tutto il territorio, il progetto di collaborazione prevede, inoltre, l’organizzazione di manifestazioni, incontri, dibattiti, convegni, spettacoli, mercati ed escursioni, utili a sostenere zone e paesi vocati alla raccolta e alla coltivazione del tartufo, riservando, poi, una particolare attenzione al recupero delle aree abbandonate.

 

Lascia un Commento