Svimez, nel 2018 aumenta il Pil al Sud. Campania tra le regione con il tasso di sviluppo maggiore

Il Pil, Prodotto interno lordo, nel Mezzogiorno lo scorso anno è cresciuto dell’1,4%, rispetto al +1,5% nel Centro-Nord. L’anno precedente al Sud era aumentato dello 0,8%.

E’ quanto emerge dal rapporto Svimez presentato ieri. Nel 2017 Calabria, Sardegna e Campania sono le regioni meridionali che hanno fatto registrare il più alto tasso di sviluppo, rispettivamente +2%, +1,9% e +1,8%. Si tratta di variazioni del Pil comunque più contenute rispetto alle regioni del Centro-Nord. Nel quadro di un rallentamento generale dell’economia italiana il Pil del Mezzogiorno nel 2018 dovrebbe attestarsi allo 0,8% mentre quello del Centro-Nord all’1,3% riaprendo così “la forbice” tra Centro-Nord e il Sud. E’ quanto stima la Svimez nel rapporto 2018.  

“Prosegue quindi la lenta ripresa, seppur in un contesto di grande incertezza e col rischio di una frenata dell’economia meridionale”, si sottolinea. La crescita è legata “al forte recupero” del comparto manifatturiero, in particolare nelle attività legate ai consumi, e, in misura minore, delle costruzioni.

Lascia un Commento