“Sud diventi questione nazionale”, le dichiarazioni di Vincenzo Boccia ieri a Salerno

“Il Mezzogiorno deve diventare centrale per il Paese, laboratorio di attrazione degli investimenti, in cui la questione meridionale deve diventare per la prima volta nella storia del Paese la grande questione nazionale”.

A dirlo Vincenzo Boccia, presidente di Confindustria nazionale, ieri pomeriggio a Salerno per partecipare all’elezione del presidente Andrea Prete che succede a Mauro Maccauro alla guida di Confindustria Salerno.

Il prossimo 28 febbraio Boccia chiuderà la seconda delle due giornate dedicate alle celebrazioni per i cento anni dell’Unione Industriale di Napoli. Un riferimento Boccia lo ha fatto anche alla situazione politica: I Partiti ha detto discutano anche politica economica. 

Un passaggio del suo intervento il leader nazionale degli industriali lo ha riservato anche al Porto di Salerno: “Si deve saper fare sistema nella nostra regione. Il mio pensiero è che il porto di Salerno riesca ad esprimere sempre più la sua competitività. Il ruolo, nella vita, si conquista e non si dichiara; speriamo – ha detto Enzo Boccia – che questa sia una grande occasione per ragionare in termini sistemici e non prettamente territoriali, dall’una e dall’altra parte”.

Lascia un Commento