Struttura per anziani a Stio sequestrata dai Nas. “Non era casa orrori”. Ascolta la testimonianza

Nei giorni scorsi a Stio Cilento i carabinieri del NAS di Salerno hanno sequestrato una struttura per anziani ravvisando, a carico del gestore, i reati di “abbandono di persone incapaci e di inosservanza dell’ordinanza di immediata cessazione dell’attività”, emessi diverse settimane fa dal piano di zona competente per territorio.

La casa per anziani era stata aperta senza autorizzazione, in assenza dei requisiti funzionali, assistenziali, antincendio e di sicurezza necessari per la salvaguardia degli ospiti, circa 9 persone, di età compresa tra i 100 ed i 68 anni, alcune donne allettate, altre non autosufficienti e con problemi di natura psichiatrica. Fra le carenze riscontrate anche la mancanza di personale specializzato, l’assenza di campanelli per la chiamata dal letto, inidoneità dei servizi igienici, la mancanza di ascensore e l’assenza di luci e segnaletica di emergenza.  

A Radio Alfa però ha chiesto di parlare Franco Galietta, figlio di una donna di 90 anni ospite della struttura.

Galietta respinge le notizie di chi ha definito la struttura “una casa degli orrori”.

Ascolta la testimonianza

Franco Galietta

Lascia un Commento