Stato di agitazione all’Umberto I di Nocera Inferiore, carenza d’organico insuperabile

Il blocco del turn over, il freno agli straordinari, le carenze di organico mettono in ginocchio l'ospedale "Umberto I" di Nocera Inferiore. Particolarmente critica la situazione al pronto sooccorso, che complice l'incremento degli accessi determinato anche dalla chiusura dei pronto soccorso a Scafati e Pagani,  sta scoppiando. Impossibile al momento stilare un "piano ferie". Le assenze potrebbero mandare in tilt l'assistenza.
 
Stamani, assemblea di sindacati e dipendenti nella sala Colella. Sono intervenuti su richiesta dell organizzazioni sindacali anche il direttore sanitario e quello amministrativo: Maurizio D'Ambrosio e Luciana Mazziotti.
 
L'auspicio è che l'Asl faccia fronte alle richieste di potenziamento dell'organico – il direttore D'Ambrosio avrebbe chiesto 45 medici e 50 operatori, in particolare infermieri – per colmare parte dei vuoti. 
 
Nel frattempo, D'Ambrosio ha affermato che per garantire i servizi si assumerà la responsabilità di autorizzare turni straordinari. 
 
Sindacati e lavoratori hanno anche chiesto di "stanare" gli "imboscati", ossia gli infermieri impiegati in altre mansioni per dare vita a una riorganizzazione del personale che venga incontro alle esigenze della  struttura e degli utenti. 
 
In attesa della convocazione di un nuovo summit da parte dei vertici dell'Asl Salerno, permane lo stato di agitazione.

Lascia un Commento