Stalking condominiale a Salerno, notaio rinviato a giudizio

Stalking condominiale a Salerno. Un notaio è stato rinviato a giudizio con l’accusa di stalking ai danni di due coniugi, residenti nella stessa palazzina al centro della città. I fatti risalgono al biennio 2012-2013 allorquando la convivenza condominiale era diventata impossibile in quanto ogni volta che li incontrava, il notaio minacciava i due coniugi, e arrivò anche a fare allusioni chiare al possesso di fucili, tanto da provocare nei due un perdurante stato di ansia e paura, e da portarli a sporgere denuncia.
Le indagini hanno accertato che il notaio «molestava i due, spesso assumendo atteggiamenti preoccupanti, mugugnando parole incomprensibili. E cantava strofette irridenti».
Il gup Ubaldo Perrotta l’ha rinviato a giudizio, dinanzi alla prima sezione penale. L’udienza è fissata per il prossimo 24 ottobre
.

Lascia un Commento