Stagione estiva ritardataria, le difficoltà dei balneari

Il caldo vero è arrivato solo da poche ore, ma il tempo decisamente incerto di questa tarda primavera ha causato qualche problema agli operatori balneari salernitani e campani. Lo afferma Marcello Giocondo, presidente campano del Sindacato italiano balneari, che si fa portavoce dei problemi degli imprenditori di questo settore, che in pratica non hanno lavorato molto tra maggio e giugno, con ripercussioni economiche sull’intero settore. Una perdita notevole, secondo Giocondo, il quale ricorda che a questo punto i tempi di recupero diventano estremamente ridotti, specialmente in quelle aree dove non c’è un turismo sostenuto ma limitato al locale.

Tuttavia, nonostante i problemi dei balneari, anche di altra natura, come la crisi economica e i problemi relativi all’erosione costiera, i balneari si dicono pronti ad offrire i migliori servizi in spiaggia, ed in più i prezzi e le tariffe non subiranno variazioni rispetto agli anni passati, per andare incontro anche alle famiglie che non possono permettersi lunghi periodi di vacanze, e che spesso solo nei fine settimana arrivano sulle spiagge.

Lascia un Commento