Stabilimenti balneari, le concessioni in Campania prorogate fino al 2033

I titolari di stabilimenti balneari della Campania hanno ottenuto la proroga delle concessioni fino al 2033. Lo annuncia il sindacato SIB Confcommercio spiegando che grazie alla proroga si potrà fare finalmente chiarezza in un settore chiave per il turismo e per l’ambiente.

La Regione ha inviato una nota a tutti i Comuni dopo una forte pressione del Sindacato italiano balneari secondo cui rappresenta una decisione importante anche se non obbligatoria in quanto in teoria i Comuni avrebbero potuto fare ugualmente la proroga in base alla legge 145. Questo passo in avanti della Regione Campania mette però in condizione di operare con maggiore serenità tutti i Comuni che erano ancora scettici sulla possibilità operativa di prorogare al 2033 le concessioni balneari. 

La proroga ha una grande rilevanza per la Campania perché consente fin da subito agli imprenditori del settore di fare investimenti e una adeguata pianificazione e restituisce alle imprese un ruolo importante per la gestione delle coste. Il prossimo obiettivo – spiega il Sib-Confcommercio – sarà quello di far portare alla Regione il piano per la protezione degli arenili in modo da dare armonia alla costa e fare un necessario chiarimento sulla gestione delle spiagge libere da parte dei comuni.

Lascia un Commento