Stabili le condizioni di Goffredo Ferrarese dopo il grave incidente di ieri

Ha trascorso la notte sedato, dopo la lunga e complessa operazione alla quale è stato sottoposto ieri pomeriggio al Ruggi d’Aragona di Salerno, il 38enne Goffredo Ferrarese, di Sanza, vittima ieri dell’ennesimo incidente stradale sulle strade del Vallo di Diano.

Le prossime ore sono fondamentali e confermeranno l’esito del decorso post operatorio per il musicista di Sanza, Goffredo Ferrarese. Si è reso necessario un delicato intervento, durato alcune ore, per tamponare l’emorragia interna subita nello spaventoso schianto avvenuto ieri pomeriggio poco dopo le 13,30 lungo la Statale 18 in località Fonti tra Padula e Sala Consilina.

Intanto le indagini dei carabinieri della Compagnia di Sala Consilina, anche grazie alla testimonianza dell’altro motociclista che era in compagnia di Ferrarese, hanno portato ad identificare ed arrestate un uomo 64enne di Sala Consilina con l'accusa di omissione di soccorso e lesioni. L'uomo pare fosse alla guida del camion adibito a trasporto animali che con una manovra azzardata ha svoltato all’improvviso tagliando la strada al motociclista che non riuscendo ad evitare il mezzo, ha impattato violentemente sul lato posteriore del camion finendo poi la sua corsa in un fossato laterale alla Statale. Il 64enne salese sottoposto all'alcol test, che ha dato esito negativo, ora si trova agli arresti domiciliari. Intanto presso il Ruggi di Salerno da ieri è un via vai di amici e parenti del 38enne. 

La comunità dei bikers del Vallo di Diano si è stretta intorno alla famiglia Ferrarese in questo momento di grande sofferenza. Ma Goffredo, per chi lo conosce, sa bene che è un grande combattente e dalla volontà ferrea, caratteristiche che certo gli consentiranno di affrontare e superare questo momento. Dal punto di vista medico intanto non è da escludere la possibilità di un altro delicato intervento chirurgico, appena le condizioni generali lo consentiranno. La prognosi resta riservata.

Lascia un Commento