Spari a San Marzano sul Sarno martedì scorso, fermate due persone

Super Fibra 1000 Mega Open Fiber

Due persone sono state fermate dai carabinieri di Nocera Inferiore e dagli agenti della Squadra Mobile di Salerno per il tentato omicidio avvenuto martedì scorso a San Marzano sul Sarno nei confronti di un 36enne mentre era nella sua auto insieme al fratello.

 

I responsabili dell’agguato sono un 60enne di Poggiomarino e un 31enne di Pagani. Avevano esploso 14 colpi d’arma da fuoco alla vettura del 36enne che, in passato, sarebbe stato vicino ad ambienti camorristici ed era uscito dal programma di protezione accordatogli come collaboratore di giustizia tornando nel territorio dell’Agro. Il 60enne di Poggiomarino fermato oggi invece era stato già condannato per numerosi omicidi ed estorsioni. Era stato scarcerato nel marzo dello scorso anno dopo aver usufruito di vari periodi di semilibertà. Era quindi ai domiciliari.

Martedì scorso, in pieno giorno, l’agguato all’uomo di San Marzano sul Sarno non è andato a buon fine poiché una delle due pistole utilizzate si è inceppata e la vittima, nonostante il ferimento, è riuscita ad ingranare la retromarcia e ad allontanarsi velocemente.



L’agguato era stato pianificato da parte del 60enne per assicurarsi il controllo criminale nell’Agro Nocerino Sarnese e quindi ostacolare che il 36enne affermasse di nuovo la propria presenza criminale dopo la scarcerazione.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Super Fibra 1000 Mega Open Fiber

Lascia un Commento