Sparatoria a Pagani, Cascetta lascia il carcere

Lascia il carcere per beneficiare dei domiciliari Vincenzo Cascetta, il 38enne di Pagani che domenica scorsa ha sparato dei colpi di pistola contro il 45enne Piero Campitelli, in Via Marconi.

Il beneficio dei domiciliari gli è stato concesso dal giudice Alfonso Scermino dopo l’interrogatorio di garanzia.

Secondo il giudice, Cascetta non aveva intenzione di uccidere il 45enne rimasto ferito da due colpi di pistola all’altezza dell’inguine, dopo una colluttazione. Cascetta non è accusato più di tentato omicidio ma di lesioni volontarie.

Secondo quanto emerso dall’interrogatorio, Cascetta domenica aveva un appuntamento con il suo ex personal trainer, che era in compagnia di Campitelli. Da mesi i rapporti tra i due erano tesi.

Stando alle dichiarazioni rese al magistrato, Campitelli lo avrebbe aggredito per prima.

Il 38enne Cascetta a quel punto avrebbe estratto la sua calibro 38, sparando per due volte.

Dal movimento della pistola – tenuta sempre puntata verso il basso – il giudice ha valutato la non volontà di uccidere.

Cascetta avrebbe rivelato al magistrato che dietro  al litigio tra lui e il trainer ci sarebbe l’uso di anabolizzanti, di cui lo stesso arrestato avrebbe usufruito durante il suo percorso di allenamento.

Lascia un Commento