Sovraffollamento ai Pronto Soccorso salernitani, attivato tavolo di coordinamento

All’azienda ospedaliera Ruggi di Salerno sarà da subito attivato un Tavolo aziendale di coordinamento e monitoraggio dell’eccessivo afflusso nei Pronto Soccorso dell’ospedale cittadino e degli altri ospedali dell’azienda, presi letteralmente d’assalto per l’influenza stagionale.

Dai bambini ai più anziani, infatti, si registra un’impennata dei ricoveri; una situazione che non solo porta alla saturazione dei posti letto disponibili, ma che mette anche a dura prova medici e infermieri. In un comunicato, l’azienda ospedaliera specifica che tra le cause del sovraffollamento vi è soprattutto la vera e propria rivoluzione demografica che sta cambiando il volto dei paesi occidentali con l’aumento della popolazione anziana e, di conseguenza, dei pazienti fragili.

I dati di accesso ai Pronto Soccorso degli ospedali dell’Azienda Ospedaliero Universitaria di Salerno relativi al 2018 confermano l’andamento collocando l’Azienda ospedaliera salernitana al primo posto in regione Campania, per numero di accessi al Pronto Soccorso, registrando circa 150mila accessi in un anno.

La delibera aziendale del Bed Manager, da poco istituito, punta proprio a garantire percorsi di efficientamento attraverso una maggiore disponibilità di posti letto.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento