Soldi della sosta all’operatore e non nella cassa automatica. Sospesi 6 dipendenti della Amalfi Mobilità srl

Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo
Radio ALFA, LIVE • LOCAL • SOCIAL

I Carabinieri di Amalfi hanno eseguito oggi una misura cautelare di sospensione dall’esercizio di pubblico ufficio nei confronti di 6 dipendenti della società municipalizzata “Amalfi Mobilità srl” del Comune di Amalfi che gestisce i parcheggi.

L’operazione, denominata BERMA, è partita dall’estate dello scorso anno quando i carabinieri avevano più volte ricevuto segnalazioni di una inusuale consegna della somma da pagare per il servizio direttamente all’operatore incaricato della sosta, invece che inserirla nella cassa automatica.

 

Gli indagati, in oltre 300 episodi riscontrati in soli tre mesi di osservazione,  si sono fatti consegnare la somma dovuta per il parcheggio dai numerosi turisti che avevano usufruito del servizio restituendo loro un chip coin “scarico” che apriva la sbarra all’uscita del parcheggio.

Il 14 ottobre dello scorso anno i carabinieri hanno arrestato un altro dipendente della municipalizzata comunale di 65 anni colto sul fatto. In 6 mesi gli indagati hanno causato alle casse comunali un danno di 10mila euro.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Vipnet, la soluzione per internet e voip senza linea fissa

Lascia un Commento

Contattaci whatsapp