Sisma 80, danni, vittime e voglia di ricominciare. Riascolta le testimonianze

Il 23 novembre del 1980, una violenta scossa di terremoto dell’8° grado della Scala Mercalli, oggi 6,9 della scala Richter, distrusse e rase al suolo diversi comuni dell’Irpinia, della provincia di Salerno e di Potenza, provocando circa 3mila morti, 9mila feriti e 300mila senzatetto.

A distanza di 37 anni, la ricostruzione è quasi dappertutto completata, ma resta, negli occhi di chi è sopravvissuto, il ricordo di momenti di autentico terrore ma anche la voglia di ricominciare e la solidarietà della gente.

Tiziana Zurro e Mariateresa Conte hanno raccolto alcune testimonianze.

Riascolta don Luigi La Mura di Angri e Vito Saggese di San Gregorio Magno, tecnico comunale che salvarono la vita a diversi cittadini. 

(nella foto Don Luigi, a sinistra e il monumento eretto per le vittime di san Gregorio a destra)

testimonianze sisma

Lascia un Commento