Sindaco di Cava de’ Tirreni condanna i tafferugli di domenica allo stadio

Ferma condanna da parte del sindaco di Cava de’ Tirreni Vincenzo Servalli per quanto avvenuto allo Stadio Simonetta Lamberti domenica scorsa, quando sei cavesi, già colpiti da Daspo, sono stati arrestati per aver provocato tafferugli, causando disordini ed anche il ferimento di tre agenti di Polizia. Servalli esprime la propria solidarietà al Presidente della USD Cavese, Domenico Campitiello, ai dirigenti ed ai giocatori. 
“Non saranno più tollerabili episodi di violenza”, continua Servalli, per il quale quello che è accaduto allo stadio nulla ha a che fare con la storia di Cava de’ Tirreni, con la Cavese e con lo sport più in generale”. Per il primo cittadino cavese, questi episodi sono un grave danno per la Città e per la Cavese e macchiano l’onore della vera tifoseria, sportiva, corretta, ospitale.
Infine Servalli annuncia che chiederà un incontro al Prefetto di Salerno, per concordare ulteriori iniziative per evitare il verificarsi di episodi del genere. 

Lascia un Commento