Simone Cristicchi incanta Scario con la sua poetica in musica. Ascolta la nostra chiacchierata con lui

“I disattenti sono già morti, gli attenti non muoiono mai”. Attenzione, umiltà e felicità, parole molto collegate tra loro e che sono alla base della poetica in musica di Simone Cristicchi, che ha incantato il pubblico di Scario nella serata che ha aperto l’edizione 2019 della rassegna “Equinozio D’Autunno”.

Prima del concerto nel piazzale del porto, il cantautore romano ha discusso di desiderio e follia assieme al magistrato Nicola Graziano, scrittore ma soprattutto magistrato del tribunale di Napoli che il 27 ottobre del 2014 entrò, sotto mentite spoglie, nell’ospedale psichiatrico giudiziario di Aversa per restarci 72 ore e percorrere un viaggio intimo ed intenso attraverso la follia. Lo stesso viaggio che Cristicchi ha intrapreso da “Ti regalerò una Rosa”, brano con cui nel 2007 vinse il Festival di Sanremo, e poi anche in teatro.

Abbiamo colloquiato con lui subito dopo il concerto

Simone Cristicchi

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento