Siglato accordo tra Paestum e la citta’ siriana di Palmira distrutta dall’Isis

Un importante accordo è stato siglato, nell'ambito della Borsa mediterranea del Turismo Archeologico, tra il comune di Capaccio-Paestum e la città siriana di Palmira distrutta dall'ISIS.

L'accordo è stato firmato tra il sindaco di Capaccio-Paestum Italo Voza l’ultimo Direttore per il Turismo di Palmira Mohamad Saleh, il Direttore del Marketing e Promozione del Ministero del Turismo a Damasco Barsek Bassam alla presenza del Direttore della Borsa Ugo Picarelli.

L'accordo sarà operativo appena alla città di Palmira sarà restituito il suo antico splendore.

“I nostri esperti in archeologia e architettura sono già al lavoro e stanno elaborando un piano di studio anzitutto per ripristinare i servizi, le infrastrutture e la sicurezza della zona di Palmira – ha spiegato il Direttore del Marketing e Promozione del Ministero del Turismo a Damasco Barsek Bassam – presto sarà stilato un elenco di cose da fare per la ricostruzione, con una previsione certa dei tempi richiesti”.

“Palmira vive a Pestum”, così ha detto commossa Fayrouz Asaad, archeologa e figlia di Khaled al-Asaad, direttore del sito archeologico di Palmira decapitato e appeso a un palo della luce dai jihadisti dello Stato islamico.

Lascia un Commento