Sicurezza stradale, dissesto idrogeologico e ambiente. Incontro in Prefettura per i sindaci

Proseguono in Prefettura a Salerno le riunioni del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica con i sindaci della provincia.

Per il quarto appuntamento sono intervenuti gli amministratori locali di Alfano, Casaletto Spartano, Camerota, Centola, Celle di Bulgheria, Laurito, Montano Antilia, Morigerati, Roccagloriosa, Rofrano, San Giovanni a Piro, Sapri, Torre Orsaia e Vibonati ma anche il Presidente della Provincia di Salerno, l’Assessore alla Mobilità del comune capoluogo, i vertici provinciali delle Forze di Polizia e il Comandante della Compagnia Carabinieri di Sapri, territorialmente competente.

Presenti quindi gli amministratori del “Basso Cilento” che, dalla costa di Capo Palinuro si estende verso l’entroterra, fino a ricomprendere l’area della comunità montana “Bussento, Lambro e Mingardo”.

In primo piano le problematiche relative alla difesa del suolo a causa del dissesto idrogeologico e idraulico soprattutto nelle aree interessate da incendi boschivi. Si è parlato anche di sicurezza della circolazione a causa della difficoltà nella manutenzione delle strade e di inquinamento e rispetto del territorio.

I sindaci hanno manifestato l’esigenza di individuare soluzioni operative per intensificare la vigilanza nelle zone più a rischio, come le aree percorse dal fuoco, ed hanno espresso difficoltà nella gestione di progettualità per la messa in sicurezza, a causa della scarsità delle risorse a disposizione.

Il Prefetto ha suggerito ai sindaci di puntare sulla “sinergia” come arma vincente da utilizzare contro le carenze di risorse umane ed economiche che interessano soprattutto i comuni più piccoli, specialmente in tema di videosorveglianza.

Ha anche preannunciato l’intenzione di utilizzare tutti gli strumenti a disposizione, tra cui l’Osservatorio sull’incidentalità stradale.

Lascia un Commento