Siano (SA) – Exposcuola, seconda giornata all’insegna di Gianni Rodari

Siano ospita la seconda giornata di Exposcuola 2010. Dopo il successo della tappa inaugurale di Contursi terme, la kermesse si trasferisce nel comune dell’alta valle dell’Irno per una giornata interamente dedicata allo scrittore Gianni Rodari. Il tema centrale della giornata sarà “Rodari: la creatività e la scuola”. Si comincia con il laboratori allestiti presso la Scuola Elementare in Piazza Aldo Moro dove sono in programma approfondimenti sulla figura dello scrittore, sulle tecniche di scrittura ed una mostra dal titolo “Il favoloso Gianni”. Non mancheranno i laboratori organizzati dal Consorzio Terra Orti che promuove i prodotti tipici dell’agricoltura locale. Nel pomeriggio a partire dalle 16 presso il Centro Civico “G.Siani” in Piazza Municipio avrà luogo il convegno di studi dal titolo: “L’altro Rodari” con interventi incentrati sul rapporto tra mondo della scuola, il giornalismo, la scrittura e l’arte. Sabato mattina alle 10, invece, presso la Scuola Elementare in Piazza Aldo Moro gli alunni incontrano Maria Teresa Ferretti, moglie dello scrittore Gianni Rodari. Nel corso della due giorni di Siano gli amministratori del territorio ed i vertici della Bimed illustreranno i progetti relativi alla realizzazione della “Città dei ragazzi” e del Parco Scolastico del Mezzogiorno. Le due opere rivestono particolare importanza per il territorio poiché coinvolgono imprese locali nelle fasi di realizzazione e gestione. Ma soprattutto i due progetti sono concepiti per sostenere il rilancio occupazionale dell’area e arginare il fenomeno dell’emigrazione giovanile che ha raggiunto punte del 90%. “Exposcuola è innanzitutto una occasione per confrontarsi sulle dinamiche e le prospettive dell’assetto formativo – dichiara il Direttore della Bimed, Andrea Iovino – Appare chiaro che oltre alla offerta formativa che gli spazi destinati all’educational sono di fondamentale importanza per la crescita dei giovani. Riscontriamo in questo senso ritardi colpevoli e gravissimi da parte della Regione Campania che continua a tenere inopinatamente bloccati finanziamenti già deliberati in favore di infrastrutture come il Parco Scolastico del Mezzogiorno e la Città dei Ragazzi che, laddove avviati come realizzazione, oltre ad incidere positivamente sull’economia del territorio sarebbero determinati per migliorare la condizione formativa delle nostre generazioni”.

Lascia un Commento