Si ustiono’ mentre tentava di spegnere il fuoco in un podere a Camerota, muore Antonio Cusati

Dopo 29 giorni di agonia è morto Antonio Cusati, il 72enne di Camerota rimasto ustionato al volto e alle gambe mentre tentava di spegnere il fuoco che aveva acceso per bruciare delle erbacce nel proprio podere.

Cusati era stato trasferito all’ospedale Sant’Eugenio di Roma per la gravità delle ferite, ma è morto ieri mattina.

A trovare l'uomo in un campo di sua proprietà a Camerota erano stati gli operai del servizio antincendio della comunità montana Bussento, Lambro e Mingardo.

Lascia un Commento