Si travestiva da donna e si appartava con le prostitute a Salerno, condannato a 3 anni di reclusione

Tre anni di reclusione e una multa di 600 euro: è la condanna inflitta in secondo grado dal Tribunale di Salerno a Gianluca Vitagliano, l’uomo travestito da donna che si appartava con le prostitute tra la zona industriale e la litoranea di Salerno.

I giudici d’appello hanno confermato l’assoluzione per l’accusa di tentato omicidio e hanno condannato l’imputato per rapina e violenza. Pena ridotta di un anno in appello avendo avuto in primo grado 4 anni di reclusione dal gup Stefano Berni Canani pronunciatosi nel rito abbreviato di un anno fa.

I fatti risalgono a giugno 2016 quando Vitagliano vestito di indumenti intimi femminili, picchiò e rapinò una prostituta che in via Wenner, nella zona industriale di Salerno, si era rifiutata di fare sesso solo per 20 euro di ricompensa.

Lascia un Commento