Sette milioni dall’Anas per il ripristino della SS 19 delle Calabrie, chiusa per frana dal 2014

Diventano concrete quelle che fino ad oggi sembravano solo voci, circa i lavori alla SS 19 delle Calabrie, chiusa da oltre due anni per un cedimento del versante su cui poggia il corpo stradale, per un tratto di 100 metri al km 46, nel territorio di Auletta. E’ di circa 7 milioni di euro l’investimento complessivo di Anas per l’appalto relativo all’esecuzione dei lavori di ripristino della transitabilità sull’arteria. I lavori prevedono interventi di natura geotecnica, idraulica e strutturale. Nello specifico sarà sistemata la sponda del fiume ‘Tanagro’, attraverso la realizzazione di scogliere protette da pali; poi sarà costruito il versante, con il controllo della frana in atto mediante trincee drenanti; infine la realizzazione ex novo del corpo stradale, con conseguente protezione del piano viabile mediante la realizzazione di elementi strutturali quali muri in terra armata e paratie di pali. I lavori dovranno concludersi entro 240 giorni dalla consegna. Per due anni dalla conclusione, sarà anche attuato un sistema di monitoraggio della stabilizzazione del versante, mediante un sistema di controllo con collegamento diretto alla Sala Operativa della Campania, in funzione H24, 365 giorni all’anno. 

Lascia un Commento